Selinunte Parco Archeologico

E’ il più grande parco archeologico d’Europa e conserva i colossali resti della colonia greca di Selinunte. Fondata nel VII secolo a. C. da un gruppo di coloni di Megara Hyblea, essa prende il nome da una qualità di prezzemolo selvatico (in greco “sélinon”) che tuttora vi cresce spontaneamente. Riscoperta nel XVI secolo, cominciò a venire alla luce in seguito a numerosi scavi iniziati dagli Inglesi ai primi dell’Ottocento. L'area archeologica può essere divisa in quattro parti:
1) l'area sacra posta sulla collina orientale (piana Marinella) di cui sono noti i tre grandi templi dorici "Tempio E", "Tempio F" e il "Tempio G" che, assieme al Didymaion di Mileto, all'Artemision di Efeso e al Tempio G di Agrigento è uno dei più grandi dell'antichità;
2) a sud, l'Acropoli e le sue mura che si trovano sulle sponde del fiume Cottone;
3) la bassa collina di Manuzza a nord, occupata dall'abitato vero e proprio, e i due santuari extraurbani;
4) il santuario di Malaphoros sulla valle del fiume Selinus.

Orari e Condizioni

  • Durata Escursione: 5/6 ore
  • Costo: 65 euro
  • Persone: 1